Coordinate 44°40′39.62″N 11°02′34.83″E,  altitudine 20 m s.l.m., superficie 55,32 km², abitanti 15.921

Sala delle Colonne e Sala degli Affreschi – ex refettorio abbaziale

Nel 1983, durante dei lavori di restauro intrapresi in quest’ala del Palazzo Comunale, è emerso un ciclo affrescato di notevole importanza che in origine decorava l’antico refettorio del monastero di Nonantola.

Il locale in cui sono stati ritrovati gli affreschi faceva parte del complesso abbaziale; il fabbricato in cui è collocato, prima di essere acquistato dal Comune nel 1898 con il resto del complesso per essere adibito a sede degli uffici comunali, era di proprietà della famiglia Salimbeni; già nel 1799, anno dell’acquisto da parte del conte Leonardo Salimbeni di numerosi beni appartenuti alla soppressa abbazia e al seminario nonantolano, questo locale era stato trasformato in granaio.

Il locale subì, nel corso dei secoli, numerosi rimaneggiamenti: fu ridotto in lunghezza (come si può constatare osservando l’ultima monofora della parete sud che viene tagliata da un muro moderno), fu elevato in altezza (il soffitto dell’antico refettorio si innestava verosimilmente sopra la greca affrescata) e infine fu soppalcato con l’introduzione di una doppia fila di 10 pilastri che dividono la parte inferiore in tre navatelle.

Le dimensioni notevoli dell’ambiente, disposto con il lato lungo parallelo al corpo longitudinale della chiesa abbaziale, da cui in origine era diviso da un chiostro, e la riscoperta degli affreschi ha reso possibile identificare con certezza questo locale con l’antico refettorio del monastero di Nonantola: il ciclo affrescato è databile a fine XI-XII secolo e presenta un registro figurato con scene della vita di San Benedetto e degli Atti degli Apostoli sormontato da un fregio costituito da una fascia a meandro interrotta da tabelle figurate.

Per un approfondimento sulla descrizione del ciclo figurato e dei motivi iconografici si veda la scheda sulla Sala degli Affreschi

INFO

Via Marconi n° 11
Tel: 059/896656
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario: interno non visitabile a causa dei danni subiti dal sisma 2012

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.
Ok Rifiuta