Coordinate 44°40′39.62″N 11°02′34.83″E,  altitudine 20 m s.l.m., superficie 55,32 km², abitanti 15.921

Sala degli Affreschi

In un corpo di fabbrica del Palazzo Comunale, che nel 1983 fu oggetto di un intervento di restauro, sono emersi frammenti di affreschi di notevole importanza che in origine decoravano l’antico refettorio del monastero di Nonantola.

Il ciclo affrescato è databile tra la fine dell’XI e l’inizio del XII secolo e presenta un registro figurato con scene della vita di San Benedetto e degli Atti degli Apostoli, sormontato da un fregio costituito da una fascia a meandro interrotta da tabelle figurate.

Del ciclo, purtroppo in molte parti deteriorato, si conservano frammenti sulle pareti orientale, settentrionale e meridionale.

visit nonantola centro 00017La fuga di San Paolo da DamascoSulla parete nord si ritiene siano raffigurate le storie dei santi benedettini oppure il ciclo della vita di San Benedetto: degna di nota è la rappresentazione di una serie di edifici che, nonostante la caduta di colore, dimostrano una straordinaria vivacità cromatica, tra questi è possibile riconoscere una chiesa con campanile, due costruzioni con tetto a capanna e una torre quadrangolare che hanno le pareti e le coperture rosse, gialle e verdi.

Sulla parete est, la meno leggibile e interrotta da una grande lacuna causata dall’apertura di una porta, si distinguono a fatica una serie di aureole: su questa parete è possibile ipotizzare fosse rappresentata una Majestas Domini oppure un Giudizio Finale.

Nella parete sud è visibile, nello sguancio della monofora, una decorazione a tralcio vegetale formata da un intreccio di foglie verde scuro su fondo giallo; nel registro figurato è rappresentata una scena della vita di San Paolo in cui è ben riconoscibile l’episodio della fuga da Damasco dove si può notare una bella rappresentazione della città con mura e torri.

La compostezza e la complessità del disegno, la grande scioltezza del disegno preparatorio e l’ampia gamma di colori utilizzati (compreso l’uso di colori preziosi quale il blu di lapislazzuli) testimoniano il valore dell’artista che ha eseguito il ciclo affrescato, in un periodo di grande affermazione e prosperità del cenobio nonantolano.

visit nonantola centro 00018La prima venuta di San Paolo a Gerusalemme. A sinistra i Santi Paolo e Barnaba, a destra i Santi Pietro Giacomo Maggiore

INFO

Via Marconi 11, Nonantola

Orario: interno non visitabile a causa dei danni subiti dal sisma 2012

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.